fbpx

Le inferriate di sicurezza per le finestre

Sentirci più sicuri aggiungendo alle nostre finestre delle inferriate di sicurezza: una decisione intelligente che non deve per forza essere anche brutta esteticamente. Basta saper scegliere.

Inferriate di sicurezza per finestre

 

In Italia ogni tre minuti avviene un furto. Notizia poco confortante e che riguarda indistintamente tutta la penisola. Come nelle migliori democrazie, senza distinzioni. Cercare, in qualche modo, di difendersi, e prevenire intrusioni inopportune si può, ed esistono diversi sistemi.

Le grate di sicurezza rappresentano in questo senso una delle migliori soluzioni. A meno che non ci siano dei malintenzionati che abbiano pianificato da tempo di entrare a casa vostra, e lo faranno portando dietro i mezzi di scasso più sofisticati a loro disposizione, delle inferriate di qualità costituiranno sicuramente un ottimo freno, anche migliore di un sistema di allarme, che a volte non scatta immediatamente, concedendo il tempo di piccoli furti. Tra l’altro, una volta installate, le inferriate non necessitano di grande manutenzione, e permettono anche di risparmiare sui costi di consumo rispetto a sistemi che richiedono energia elettrica. In ogni caso, in situazioni estreme, soprattutto chi abita a pianterreno o abbandona la propria abitazione per periodi molto lunghi, può anche considerare l’idea di abbinare entrambi i metodi di sicurezza, affiancando delle grate a un sistema d’allarme.

Nelle stagioni più calde, inoltre, le inferriate di sicurezza permettono di lasciare aperte le finestre consentendo un libero e piacevole passaggio di aria, in tutta tranquillità. Così come di luce, e anche nel caso di inferriate dal design più complesso, che non rappresentano comunque un sistema oscurante. Ancora, grate di sicurezza si possono rivelare utili in presenza di bambini, o animali, soprattutto in abitazioni collocate ai piani più alti.

Materiali e modelli per inferriate finestre

 

Le inferriate di sicurezza possono essere realizzate in diversi materiali:

  • in ferro battuto, più facile da plasmare, si presta maggiormente alla realizzazione di lavori dal design particolare. Di solito questo tipo di grate è realizzato da artigiani, e in questi casi diventa più costoso e non garantisce test antieffrazione. Le inferriate per finestre in ferro battuto sono molto resistenti e facili da pulire;
  • in alluminio. L’alluminio è il materiale più versatile sul fronte delle combinazioni di colori e modelli, il più economico ma anche quello meno sicuro. Non si arrugginisce, richiede una manutenzione abbastanza semplice;
  • in acciaio. Simile all’alluminio, l’acciaio garantisce una migliore sicurezza. È robusto, tenace, resiste bene ai tentativi di effrazione.

Oltre che i materiali, è bene anche prendere in considerazione il sistema di apertura – o non apertura -che si preferisce, e che si ritiene più adatto alle proprie esigenze. Si può scegliere tra diversi modelli di inferriate per finestre:

  • inferriate apribili per finestre. Sono le più gettonate, perché all’occorrenza si possono aprire, verso l’interno, o l’esterno, permettendo un completo passaggio dell’aria, e della luce. Danno la possibilità di ammirare per intero un bel panorama ma possono essere utili, o necessarie, per altre piccole esigenze quotidiane, ad esempio per stendere dei panni dove non c’è altro modo;
  • inferriate fisse per finestre. Senza serrature, sono le più sicure. Non sono adatte alle stanze principali della casa ma vanno benissimo per tutti quegli ambienti in cui non si sosta, come ripostigli, in cui consentono il ricambio dell’aria, o in stanze come il bagno. In ogni caso dipende tutto dallo stile di un’abitazione, ad esempio vanno bene, in qualsiasi stanza, per delle finestre alte, che di solito non vengono aperte;
  • inferriate scorrevoli per finestre. La scelta forse meno invasiva, scorrono dentro uno scrigno e possono così diventare completamente invisibili. Rappresentano dunque anche una soluzione salvaspazio;
  • Inferriate estensibili. Scorrono a fisarmonica, nascondendosi quasi per intero. Le inferriate estensibili sono un buon compromesso tra le apribili e quelle a scomparsa.

 

Classe antieffrazione e aspetto estetico

 

Scegliere delle inferriate di sicurezza significa tener conto anche della classe antieffrazione, cioè del grado di sicurezza che riescono a garantire. Le aziende produttrici sottopongono le loro grate a dei test stabilendo la loro capacità di resistere a tentativi di scasso. La classe antieffrazione va 1, il minimo, a 6, che caratterizzerà ad esempio i dispositivi di sicurezza di una banca. Una classe media, 3, può essere ottimale per un’abitazione, anche se dipende dalle situazioni.

Infine, grande dilemma: estetica o sicurezza? Si parla di voler mettere le inferriate e subito salta su qualcuno ricordando quanto siano brutte esteticamente, e come riescano a trasformare la casa in una sorta di carcere. Evidentemente qualcuno che è rimasto un po’ indietro, all’idea di inferriate che somigliano a certi conventi del passato. Che in realtà esistono pure, ma si confondono in mezzo a scelte di design che oggi sono davvero quasi infinite. Inferriate di tipo moderno offrono la possibilità di essere personalizzate scegliendo tra numerosi modelli, rifiniture e colori che oltre a non renderle brutte possono anche farle diventare assolutamente uniche. Nello stesso tempo daranno loro modo di ben armonizzarsi con la struttura dell’edificio, senza sembrare fuori posto.

In tutti i casi sarà importante scegliere un’azienda che sia qualificata anche per la posa in opera, e non correre il rischio di rendere vana la scelta di un prodotto di gran qualità.

Un motto del Sud recita: “Dopo che rubarono a Santa Chiara misero i cancelli di ferro”. Bisogna spiegarlo? No, e può aiutare a fare scelte sagge.

Condividi questo Post!

Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Richiedi un Preventivo