La copertura di spazi esterni con i pergolati

Foto di Pergolato

Che si possegga un giardino o si abbia a disposizione degli spazi esterni, i pergolati rappresentano la soluzione ideale per ottenere dei punti d’ombra, soprattutto durante i periodi dell’anno più caldi.

Con un pergolato è possibile creare delle zone relax per potersi rilassare, ma anche per posteggiare la propria auto o per tanti altri impieghi in cui si vuole evitare l’esposizione diretta ai raggi del sole.

Il pergolato è una struttura aperta di natura ornamentale con copertura funzionale, può essere realizzato in legno o con altri materiali leggeri. La sua peculiarità è quella di avere un peso ridotto e di essere facilmente amovibile, essendo priva di fondamenta.

Oltre alla struttura, è importante scegliere una copertura pergolato che assicuri la massima protezione dal caldo ma anche adeguato riparo dalla pioggia.

In commercio ci sono diverse tipologie di pergolato per coprire gli spazi esterni, la copertura pergolato in legno è una delle più utilizzate, ma ci sono anche altre opzioni da prendere in considerazione.

Le tipologie di pergolato: materiali

Il pergolato può essere realizzato con diversi materiali, i più utilizzati sono il legno, il ferro battuto, l’acciaio e l’alluminio.

Pergolato in legno

Il pergolato in legno è una soluzione molto versatile e pratica che si adatta a diversi contesti e necessità, risulta una scelta molto minimale ed elegante, la copertura può essere realizzata con tendaggi, tegole, plexiglas e altri materiali.

In particolare, la tenda per copertura pergolato in legno si può ancorare alla struttura su tutte le aperture, il risultato è uno spazio esterno da poter utilizzare in qualunque periodo dell’anno.

Pergolato in ferro battuto

Il pergolato in ferro battuto si adatta a un ambiente particolarmente elegante e leggero, è un materiale che può essere lavorato in vari modi, ottenendo delle linee semplici, tonde o squadrate per un design che si adatta a tutti gli stili.

Il ferro battuto utilizzato per realizzare la struttura si abbina a diversi tendaggi, in particolare il tessuto per copertura pergolato è il materiale più adatto, sia per la parte superiore che per quelle laterali, in modo da poter ottenere delle tende da aprire e chiudere seconda del bisogno.

Pergolato in alluminio leggero e acciaio

Il pergolato in alluminio leggero e acciaio è ideale per chi cerca una struttura che abbia bisogno di poca manutenzione. Si tratta di due materiali che resistono molto bene alle intemperie, tollerando qualsiasi tipo di condizione climatica senza danneggiarsi.

I pergolati realizzati in alluminio leggero e acciaio sono delle strutture moderne dal punto di vista estetico e facilmente adattabili ai diversi stili. Possono essere lavorate in modo da avere linee morbide per un ambiente più tradizionale, oppure,  delle linee geometriche per uno stile più innovativo.

La copertura di questa tipologia di pergolato si può realizzare in vari modi. Il tessuto è il materiale che viene maggiormente utilizzato, in alternativa è possibile optare per coperture in vetro o in plexiglass, in modo da avere al contempo luce naturale e protezione dalle intemperie.

Infine, non possiamo non citare anche le pergole bioclimatiche, una soluzione che unisce design, praticità e innovazione tecnologica. È un pergolato realizzato in alluminio leggero e nella parte superiore ha delle lamelle orientabili sia manualmente che con un telecomando, che possono essere spostate in base alle esigenze.

Le lamelle possono essere chiuse completamente in caso di pioggia, vento e neve per assicurare maggiore protezione, inoltre, possono essere corredate da vetri laterali per una chiusura completa della struttura.

La copertura dei pergolati

La copertura del pergolato può essere realizzata con diversi materiali e può essere di tre tipologie: fissa, removibile e scorrevole.

La copertura fissa prevede un’installazione permanente che non può essere rimossa a piacimento, a differenza di quella removibile che permette di coprire e scoprire la struttura in base alle necessità.

Il pergolato con copertura scorrevole è probabilmente la soluzione più versatile, perché può essere aperta e chiusa in base al bisogno.

I materiali per la copertura del pergolato vanno scelti  in base alle esigenze e all’ambiente in cui è collocato, in linea generale, si possono usare tegole, tende, tessuti, vetri e plexiglass, di vario colore e dimensioni.

Uno dei migliori materiali per copertura del pergolato è uno speciale tessuto plastico disponibile in varie tonalità di colore, che assicura la giusta luminosità, protezione ed è facilmente lavabile.

Foto di Pergolato con illuminazione

Normativa sui pergolati: serve il permesso edilizio?

Prima di acquistare una struttura e installarla è importante conoscere la normativa copertura pergolato per evitare di incorrere in delle sanzioni.

La differenza sostanziale evidenziata dalla legge riguarda il pergolato fisso e il pergolato mobile, questa permette di comprendere se occorre o meno un permesso di costruire.

Un pergolato può essere costruito senza permesso quando la struttura funge da arredo esterno e non comporta nessun aumento di volumetria o superficie. Inoltre, deve essere privo di fondamenta, quindi amovibile, e fungere da sostegno per coperture come piante rampicanti, teli e altre coperture filtranti. Deve avere dimensioni modeste ed essere destinato ad uso momentaneo.

Quando il pergolato è fisso, ovvero, viene coperto nella parte superiore o laterale da una struttura non amovibile, indipendentemente dal materiale utilizzato, o viene installato al suolo con delle fondamenta, è automaticamente inquadrato come tettoia e dovrà seguire le regole urbanistiche vigenti per ottenere il permesso necessario per la sua costruzione.

 

Condividi questo Post!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Categorie

Articoli Recenti:

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp