fbpx

Come scegliere gli infissi per la casa

Foto di Finestre in PVC Internorm

Decidere quali infissi acquistare per la propria casa significa mettere in conto tanti fattori che si devono combinare tra loro. Questo articolo non sceglierà per voi, ma vi fornirà il quadro di tutti gli elementi da prendere in considerazione.

Intanto, cosa sono gli infissi. È bene fare una distinzione. Infissi e serramenti non sono la stessa cosa. Ci si riferisce -o si dovrebbe- a infissi per intendere il telaio, quella struttura rigida che è saldamente ancorata alla muratura di un edificio. I serramenti costituiscono invece un elemento mobile, di solito un’anta, che si fissa al telaio. Ora, è vero che si parla di due cose differenti e sarebbe buono distinguerle ma è un dato di fatto che anche nel settore i termini spesso vengono mischiati tra loro e usati indistintamente. Questo articolo si riferisce in generale a infissi nel senso stretto- non ci soffermeremo, ad esempio, a parlare dei vetri- ma potrà capitarci, ogni tanto, di violare questi confini netti, o usare, forse in maniera impropria, un generico finestre.

Prestazioni: isolamento termico e acustico degli infissi

Tra i primi elementi da prendere in considerazione ci sono le prestazioni in termini di isolamento termico e acustico, che dipendono da molteplici fattori, primi fra tutti le caratteristiche della nostra casa. Nel primo caso terremo conto del clima della zona in cui viviamo, dell’esposizione al sole e anche di quanto i vari elementi del nostro edificio, come il tetto, siano efficienti dal punto di vista energetico: un’attenta valutazione di questi aspetti ci farà decidere se scegliere finestre che abbiano basso valore di trasmittanza, cioè sappiano isolare bene. Stesso discorso vale per l’isolamento acustico: se abitiamo vicino al cimitero probabilmente non ha tanto senso andare da un rivenditore a chiedere infissi con altissime prestazioni di abbattimento acustico tripli vetri e quadruplo salto mortale.

I materiali migliori per gli infissi di casa

I materiali tra cui ci troveremo a scegliere sono legno, alluminio e PVC. Sono tutti molto utilizzati e sottoposti a continui studi per essere migliorati in quelle che adesso descriveremo come carenze, dunque nessuno dei tre è sconsigliato.

Tra tutti probabilmente il legno è il più affascinante ed elegante in termini estetici anche se questa cosa può essere soggettiva e dipende dallo stile della nostra casa. Dà ottime prestazioni dal punto di vista dell’isolamento acustico e sicuramente le migliori dal punto di vista termico. Un infisso in legno è il più facilmente deperibile e ha bisogno dunque di un’attenta manutenzione, ma se restaurato torna quasi nuovo.

L’alluminio è il più resistente in assoluto, leggero, e riciclabile al 100%. Non ha bisogno di manutenzione, praticamente si monta e si dimentica. Non eccelle come prestazioni dal punto di vista energetico ma si può abbinare a un buon profilo termico e in ogni caso le moderne tecnologie hanno fatto passi avanti in questo senso.

Il PVC rappresenta il miglior materiale dal punto di vista di rapporto qualità prezzo. È versatile, ha delle buone proprietà isolanti e acustiche. Estremamente duttile, a lungo andare però è deperibile e quando si è rotto…si è rotto.

Proprio perché ognuno di questi elementi è più efficiente sotto un aspetto rispetto a un altro spesso capita che vengano utilizzati in combinazione. Tra le migliori, e più frequenti, quella in legno e alluminio, che garantisce robustezza e risparmio energetico.

Sicurezza e aspetto estetico degli infissi

Nella maggior parte dei casi i ladri entrano dalla finestra. Un altro aspetto da mettere in conto è la sicurezza. È bene scegliere finestre che abbiano almeno quattro punti di chiusura. Poi, in base alle esigenze, tenere conto di altri elementi da aggiungere come vetri antisfondamento o maniglie antiscasso.

Altro elemento da non trascurare è l’estetica. Può sembrare secondario ma a volte certe scelte si rimpiangono tutta la vita. Ci si può sbizzarrire attraverso decine di modelli e colori. Ad esempio In un ambiente classico si potrebbe preferire il legno ma è vero pure che esiste “l’effetto legno” con cui colorare i vari materiali per cui dipende tutto dal proprio gusto e da quanto si vuole spendere. Laddove ci siano dei vincoli dettati da regolamenti condominiali o dalla zona in cui si vive, si potranno comunque fare scelte personali sull’aspetto interno delle proprie finestre.

Prezzi degli infissi

Non parliamo di prezzo alla fine perché “è poco elegante”. In realtà è tra i primi aspetti che la maggior parte della gente prende in considerazione. Ma il prezzo ha variazioni che dipendono da tutti i fattori che abbiamo elencato fin adesso, quindi dipenderà dalle diverse esigenze di ogni singolo cliente. E sarà anche una scelta. E molto personale. Ovviamente l’ideale è fare un buon investimento dall’inizio piuttosto che sottoporre i propri infissi a una manutenzione frequente ma ogni ragionamento si piega alle situazioni individuali. Non sempre si può considerare il futuro.

Certo è che, in tutti i casi, non si tratta di scegliere una maglietta: sarà bene fare scelte ponderate e rivolgersi a dei professionisti del settore considerando pure che una messa in opera scadente comprometterebbe tutta la prestazione della nostra finestra, anche se avessimo scelto materiali di altissima qualità.

Condividi questo Post!

Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Richiedi un Preventivo